Antonucci
Nobili

La famiglia e' originaria di Subiaco. I titoli di Nobile di San Leo (mf.) e' Patrizio di San Marino (mf.) furono concessi a Monsignor Benedetto Antonio (dec.1841) ai suoi fratelli e discendenti di essi. Furono riconosciuti dalla consulta Araldica nel 1906 come dall' Elenco ufficiale nobiliare delle Marche. La presenza del motto nella bibliografia documentata della famiglia ci conferma l' avita nobilta' raggiunta della casata. Infatti l' origine del motto risale a circa il XIV secolo e deve essere ricercata in quei detti arguti che venivano scritti sui vessilli o bandiere dei cavalieri, esposti alle finestre delle locande in cui questi alloggiavano, in occasione dei tornei, e durante i tornei stessi. Motto della famiglia: Pax nobis. Nel corso dei secoli famiglie omonime della stessa si trasferirono in varie regioni d' Italia, donde ne acquisirono la nobilta' e vi furono accolti nelle importanti cariche della citta' dove ebbe dimora, una di esse ebbe per arma: Spaccato: nel 1° d'azzurro, al sole d' oro; nel 2° d' oro, al pino di verde terrazzato dello stesso, con la serpe al naturale accollata al tronco dell'albero; con la fascia centrata di rosso attraversante sulla partizione.

Arma

Troncato da una riga di rosso centrata; nel primo di azzurro al sole di oro; nel secondo d'oro al pino di verde terrazzato dello stesso con una serpe al naturale accollata al tronco dell' albero.

Bibliografia consultata: Enciclopedia storico-nobiliare italiana volume 1, Vittorio Spreti - Arnaldo Forni editore e altro.
Indagine storico-araldica eseguita nel rispetto della L. 633/41



E-Mail

www.elio.org